Pellet ENplus®: per abbassare costi ed emissioni [video]

I vantaggi del pellet certificato ENplus®e come riconoscerlo per avere garanzia di
un prodotto di qualità che rispetti la recente normativa, sostenibile, ad alto rendimento e bassi consumi.  Continua a leggere

Risparmiare sul riscaldamento. Pellet, metano, gasolio e gpl a confronto


Riscaldarsi con il pellet permette di risparmiare sul riscaldamento: fino a oltre 1.000 € all’anno. Inoltre, incentivi come il Conto Termico finanziano l’acquisto di stufe e caldaie moderne. È però fondamentale scegliere e usare correttamente il pellet per potere ridurre i costi e, insieme, l’inquinamento.


Continua a leggere

Tor des Geants, energia pulita: ecco come un runner te la spiega in 3 passi (o meglio, falcate)

tor des geants_riscaldarsi a legna e pellet


Scegliere il carburante giusto è fondamentale per una buona prestazione, lo sa bene il runner Francesco Fazio che fra 2 giorni correrà il Tor des Geants. Un’avventura perfetta anche per raccontare 3 step da seguire per riscaldarsi a legna e pellet a basse emissioni e in un’ottica di sostenibilità. Continua a leggere

manutenzione della stufa a pellete o legna e rifornimento_risparmiare

2 consigli per risparmiare su rifornimento e manutenzione di stufa a pellet o legna

Quando ormai l’inverno è archiviato e il riscaldamento spento, è il momento migliore per effettuare due operazioni molto importanti… risparmiando: il rifornimento di biocombustibile legnoso e la manutenzione della stufa a pellet o a legna.  Continua a leggere

Di forno a legna, cucina primordiale, sostenibilità e… Valentino Rossi

forno a legna - cottura - fichera versione


Intervista a Francesco Fichera, chef di “Progetto Cuoco” (Italia Legno Energia, 24-26 marzo 2017), per parlare della sua idea di cucina. Indagando la cottura con forno a legna: quali peculiarità? Che emozioni risveglia?


Continua a leggere

Perché si intasa il braciere della stufa? Tre consigli per evitare che succeda

perché si intasa il braciere


Ecco perché si intasa il braciere e come adottare gli opportuni accorgimenti per garantire il buon funzionamento della stufa e godersi il comfort di un fuoco vivo e pulito.


Continua a leggere

Come scegliere la stufa a pellet

Come scegliere la stufa a pellet: i consigli di AIEL


In una video-intervista su RaiTre AIEL spiega come scegliere la stufa a pellet, quali sono i vantaggi del suo utilizzo per riscaldare la casa e perché è importante scegliere pellet certificato ENplus.

Continua a leggere

Luca Mercalli: come scegliere pellet e legna per riscaldare rispettando l’ambiente

come scegliere pellet

Come scegliere pellet e legna di qualità: la seconda video-pillola di Luca Mercalli nel percorso per salvaguardare l’aria e l’ambiente grazie a un calore pulito. 

Continua a leggere

Il pellet migliore è certificato ENplus

È tempo di rifornirsi di pellet in vista della stagione invernale: ma come scegliere il pellet migliore, senza rischiare di affidarsi alla dea bendata, o peggio, a fornitori disonesti? Non tutto il biocombustibile pressato, infatti, garantisce le stesse prestazioni in termini ecologici, energetici ed economici. Continua a leggere

Applicazioni del riscaldamento a biomassa

CALDAIE A PELLET O A PEZZI DI LEGNA: RISCALDARSI CON IL LEGNO

Utilizzando legna da ardere e pellet è possibile riscaldare tutta la propria casa: sul mercato esistono caldaie tecnologicamente all’avanguardia che usano la cosiddetta «biomassa legnosa» per produrre calore. Le caldaie a pellet o a pezzi di legna rappresentano l’alternativa ai costosi gasolio e gpl e anche al metano, a prescindere dalla metratura da riscaldare.

Scegliere una caldaia alimentata a biomassa legnosa significa non solo garantire alla propria abitazione il giusto comfort nei mesi invernali, ma anche fare fronte alla necessità di produrre acqua calda sanitaria tutto l’anno. In sicurezza, nel rispetto della qualità dell’aria e utilizzando un biocombustibile rinnovabile.

Caldaie_02

E la gestione è molto semplice. Nel caso di una caldaia a pellet, questa si alimenta in modo automatico prelevando il biocombustibile da un deposito che, a seconda della capienza, può contenere anche tutto il pellet necessario per l’intera stagione termica.
Nel caso invece di una caldaia a pezzi di legna, nei mesi invernali questa richiede una carica al giorno, mentre nei mesi estivi, dovendo provvedere solo alla produzione di acqua calda sanitaria, è sufficiente una carica alla settimana. Per allungare i cicli di caricamento di una caldaia a legna e per fare fronte ai picchi di richiesta termica dell’impianto è sempre raccomandabile prevedere l’installazione di un accumulo inerziale (anche chiamato puffer), che altro non è che un contenitore coibentato per l’acqua calda prodotta dalla caldaia.

Per una progettazione e installazione alla regola dell’arte rivolgetevi a un professionista qualificato. Qui trovate quelli consigliati da AIEL

Fate particolare attenzione nella scelta della caldaia: accertatevi, presso il rivenditore o l’installatore, che sia certificata in classe 5 secondo la norma UNI EN 303-5:2012; in questo modo sarete certi che i fattori di emissione di gas inquinanti e polveri sono minimi e che il rendimento è superiore all’88%.

Sul mercato sono presenti diversi prodotti con caratteristiche ad hoc per ciascuna esigenza specifica. Per avere informazioni sul prodotto più adatto rivolgetevi alle aziende di AIEL.