Migliorare la qualità dell’aria: con Aria Pulita si può

Stufe a pellet classificate in classi come gli autoveicoli per contribuire al miglioramento della qualità dell’aria che respiriamo? Sì, grazie ad ARIAPULITA la nuova certificazione di qualità di stufe, inserti e caldaie alimentate con legna o pellet.

Logo Aria Pulita

 

L’iniziativa, promossa da AIEL, intende supportare il processo di evoluzione tecnologica dei generatori di calore a biomasse legnose. Rappresenta inoltre un impegno, quello delle aziende costruttrici (l’Italia è leader europeo nei generatori di calore domestici alimentati con legna e pellet) che si realizza anche in assenza di un quadro normativo di riferimento, nella consapevolezza che le emissioni del riscaldamento domestico sono un problema reale che va affrontato anche attraverso campagne di sostituzione delle vecchie stufe a legna con nuovi generatori ad alto rendimento e basse emissioni.

La certificazione a tutela dei consumatori

Con ARIAPULITA, i consumatori potranno scegliere in maniera consapevole e con la massima trasparenza il generatore di calore alimentato con biomassa legnosa che meglio si adatta alle loro esigenze, accompagnato da una certificazione che ne garantisce sicurezza, affidabilità e bassi livelli di emissione di polveri sottili nell’aria.

Aria Pulita in sintonia con la recenta normativa

Grazie ad ARIAPULITA comincia un percorso virtuoso che trova subito concreta applicazione: il recentissimo decreto 5656/2016 della Giunta Regionale lombarda, in maniera analoga a quanto previsto per gli autoveicoli, attiva un sistema di classificazione degli apparecchi domestici a legna e pellet in classi ambientali. In caso di superamento dei limiti delle emissioni di polveri sottili, scatterà il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa con le classi prestazionali peggiori, promuovendo così i generatori più moderni ed efficienti.

Chi è intervenuto

Durante la presentazione di venerdì 4 novembre 2016, all’Excelsior Hotel Gallia di Milano (Piazza Duca D’Aosta), al saluto di Domenico Brugnoni presidente AIEL, sono seguiti gli interventi di Marino Berton, direttore generale AIEL e Annalisa Paniz, referente Gruppo apparecchi domestici AIEL, che hanno raccontato finalità, caratteristiche e meccanismi della certificazione. Marco Palazzetti, rappresentante del Gruppo Apparecchi Domestici di AIEL ha inoltre testimoniato l’impegno dei costruttori nel miglioramento tecnologico dei sistemi di riscaldamento a biomassa legnosa.

Presenti anche i membri del Comitato di Certificazione ARIA PULITA:

  • Pieraldo Isolani, responsabile Settore energia Unione Nazionale Consumatori;
  • Sandro Liberatori, direttore ENAMA;
  • Barbara Meggetto, presidente Legambiente Lombardia;
  • Roberta Roberto di ENEA.

In chiusura, gli interventi istituzionali di Rinaldo Redaelli, vi presidente di ANCI Lombardia, e di Claudia Maria Terzi, assessore all’ambiente, energia e sviluppo sostenibile della Regione Lombardia.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva