Luca Mercalli: come accendere il fuoco nel modo giusto?

Accendere il fuoco - Luca Mercalli_ - Videopillola_


Il metodo di accensione di stufe e inserti a legna e pellet influisce sulle emissioni. Nella video-pillola di Luca Mercalli, scopriamo come accendere il fuoco con l’innovativa accensione dall’alto che riduce la produzione di polveri e particolato.


Quello #perunariapulita è un viaggio di molte tappe. Viaggio che vogliamo rendere concreto e facile anche grazie al percorso intrapreso con Luca Mercalli alla scoperta di alcuni pratici accorgimenti. Oggi parliamo di come accendere il fuoco correttamente.

 

1. PRIMO STEP: NON TUTTI I FUOCHI SONO UGUALI

Il primo passo è aiutare i consumatori a riconoscere con facilità stufe, inserti e caldaie a legna e pellet a basse emissioni. Prima di parlare di come accendere il fuoco, è infatti importante comprendere che l’apparecchio con cui ci si scalda gioca un ruolo fondamentale. Ecco allora la certificazione di qualità Aria Pulita: chi trova l’etichetta con le stelle (da 2 a 4) avrà la garanzia di un prodotto che produce un calore pulito, che rispetta la qualità dell’aria.

E ancora: come scegliere pellet e legna di qualità? Anche bruciare un combustibile acquistato consapevolmente, e quindi sicuro – meglio se certificato -, riduce l’impatto del riscaldamento in termini di emissioni.

 

2.SECONDO STEP: ACCENDERE IL FUOCO DALL’ALTO

Molti non lo sanno, ma il modo in cui accendiamo la stufa contribuisce a limitare le polveri sottili. Ce lo spiega meglio Luca Mercalli in questo tutorial sull’innovativa accensione dall’alto. Per approfondire ulteriormente, segue qualche altra utile indicazione.

 

 

Riassumendo: in stufe e inserti, accendere il fuoco dall’alto, come una candela, permette una riduzione delle polveri totali fino all’80% rispetto all’accensione tradizionale dal basso.

Il motivo: perché quando la combustione è migliore, i fattori di emissione sono bassi.

Qualche suggerimento:
► raggiungere più rapidamente possibile un’elevata temperatura nel focolare attraverso l’impiego di pezzi di legna più piccoli e molto secchi o appositi accendi fuoco.
► introdurre ciocchi di legna più grossi solo dopo la formazione di un bel letto di braci
► caricare il focolare con piccole quantità di legna, senza sovraccaricarlo.

 

Per finire… un trucco: il fumo visibile è un primo indicatore di polveri!
Nel caso di una gestione corretta dell’apparecchio, nella fase di accensione il fumo della combustione diventa invisibile al più tardi dopo 15 minuti dall’accensione.