• A sinistra Johannes Feichter, titolare dell’Hotel Alpen Tesitin con Günther Niederkofler di Almar con la caldaia Ortles da 800 kW

  • Hotel Alpen Tesitin

  • Il multiciclone installato per la pulizia dei fumi in uscita dalla caldaia

  • Deposito del pellet con capienza pari a 60 tonnellate

  • Bidoni per la raccolta delle ceneri

Almar abbatte i costi energetici di un Hotel in Val Pusteria

Anno di realizzazione: 2015
Luogo di realizzazione: Tesido (Bolzano)
Azienda produttrice della caldaia: Almar

In Val Pusteria ha sede l’Hotel Alpen Tesitin che con le sue elevate richieste energetiche ha fatto sì che la centrale termica venisse rinnovata puntando tutto sui biocombustibili legnosi. La ditta Almar ha fornito la caldaia Ortles da 800 kW alimentata a pellet, e ha seguito il progetto di riqualificazione della centrale termica e di costruzione del deposito del biocombustibile. Il lavoro ha previsto la sostituzione dell’antecedente caldaia a gasolio con una caldaia a biomassa in modo tale che si potesse avere diritto ai Titoli di Efficienza Energetica. Il risparmio economico con l’attuale soluzione impiantistica è notevole. Prima dell’installazione della caldaia Almar, l’Hotel spendeva ogni anno per far fronte alla propria richiesta energetica 170.000 euro in gasolio. Le stime dei consumi di pellet parlano di un costo annuale pari a circa 65.000 euro, relativo a un consumo tra 300 e 350 tonnellate di biocombustibile. Il pellet utilizzato è certificato ENplus in classe di qualità A1, fornito dall’azienda austriaca Pfeifer.