• Nelle fungaie i funghi sono mantenuti a determinati valori di temperatura e di umidità per accelerare la crescita del prodotto

    caldaie a cippato Uniconfort
  • Le caldaie Uniconfort installate presso l’azienda agricola irlandese

    caldaie a cippato Uniconfort
  • Le caldaie Uniconfort installate presso l’azienda agricola irlandese

    caldaie a cippato Uniconfort
  • In una fungaia il costo del carburante per il calore necessario al ciclo colturale incide per circa il 40% sul costo del prodotto finale

    caldaie a cippato Uniconfort

Le fungaie irlandesi si convertono a biomassa con le caldaie Uniconfort

Anno di realizzazione: 2015
Luogo di realizzazione: Irlanda 
Azienda produttrice della caldaia: Uniconfort

Dimezzati i costi per il combustibile: è questo il risultato ottenuto da aziende che coltivano funghi in Irlanda, che si sono rivolte ad Uniconfort per realizzare impianti di produzione di energia termica a biomasse. Un risparmio valutato circa 180.000 euro all’anno per azienda. Si allarga il mercato di fruitori di impianti a biomasse che cominciano a guardare con interesse alle opportunità di risparmi derivanti da questo tipo di caldaie. Uniconfort ha installato una caldaia alimentata a cippato da 1 MW dal costo di 200.000 euro e sta testando la possibilità di realizzare una caldaia che funzioni con il materiale delle lettiere sulle quali crescono i funghi. Un carburante a costo zero per l’azienda, che, anzi, affronta una spese ingente per smaltirlo: 125 tonnellate alla settimana a 10-15 euro a tonnellata per un totale di 400.000 euro di costo ogni anno.