• La Herz Firematic da 300 kW

    caldaia a pellet Herz
  • I due accumuli inerziali da 1.500 litri ciascuno

  • Il Monastero di San Daniele

  • Il Monastero di San Daniele

  • Impianto di evacuazione dei fumi

  • Il container dove è stata installata la caldaia e che contiene anche il deposito del pellet

Una Herz Firematic da 300 kW riscalda il Monastero di San Daniele

Anno di realizzazione: 2012
Luogo di realizzazione: Abano Terme (Padova)
Azienda produttrice della caldaia: Herz

Il Monastero di San Daniele è un edificio con una storia antichissima, le cui origini risalgono all’epoca medioevale poco dopo l’anno mille. Fino al 2012 il Monastero è stato riscaldato con 4 caldaie a gasolio per un totale di 700 kW di potenza installata. Per ridurre i costi di condizionamento invernale della struttura tre delle 4 caldaie a gasolio sono state eliminate ed è stata mantenuta solo la più recente da 300 kW, che interviene solo nei momenti di maggiore richiesta del calore che viene, invece, di norma soddisfatta dalla caldaia Herz Firematic da 300 kW. Questa caldaia può essere alimentata sia a cippato sia a pellet, ma finora la macchina è sempre stata alimentata a pellet per motivi di comodità per quanto riguarda il rifornimento del biocombustibile. Con l’impianto a fonte fossile i costi di riscaldamento del Monastero di San Daniele ammontavano a circa 47.ooo euro/anno, per il consumo di 35.000 litri di gasolio all’anno. Con il pellet riscaldare il Monastero e produrre acqua calda sanitaria il costo annuo è di 22.300 euro circa.