Riscaldare casa risparmiando

Riscaldare casa risparmiando. Legna, metano, gasolio e gpl a confronto.


Utilizzando stufe o caldaie a legna è possibile riscaldare casa risparmiando fino a oltre 2.000 € all’anno. Mettiamo a confronto i costi dei combustibili e facciamo un esempio concreto per capire meglio i vantaggi economici.


Riscaldare casa risparmiando: scopriamo i vantaggi economici della legna da ardere, il combustibile naturale più economico, rispetto a metano, gasolio e gpl. Abbiamo già visto quanto e come sia possibile ridurre i costi in bolletta grazie al pellet, ora rispondiamo a due domande: Quanto si risparmia con una stufa a legna? E con una caldaia?


1. COMBUSTIBILI A CONFRONTO: UN ESEMPIO CONCRETO

Ipotizziamo di dover riscaldare un’abitazione di 100 m²: in un anno sono necessari 12 MWh di energia (12.000 kWh), circa. Ed è qui che entrano in gioco i vantaggi economici, poiché ogni combustibile ha un diverso costo unitario per questa energia (€/MWh). Costo che varia anche considerevolmente.

Come mostra la tabella qui sotto (Fig.1*), 1 MWh di energia prodotta con la legna da ardere ha un costo di 44,00 euro (con riferimento a legna secca, cioè con contenuto idrico pari al 20%). Cifra nettamente inferiore ai 234,00 euro per 1 MWh del GPL, per esempio.

*Fig. 1 – Grafico costo unitario dell’energia (=1 MWh) per i diversi combustibili. Secondo le rilevazioni sui prezzi dei biocombustibili legnosi, condotte trimestralmente da AIEL – Associazione Italiana Energie Agroforestali).

 

2. QUANTO RISPARMI CON LA STUFA A LEGNA?
Riscaldare casa risparmiando grazie a una stufa a legna significa integrare l’impianto di riscaldamento principale (caldaia a metano, gasolio o gpl), riducendo sensibilmente il costo del combustibile che lo alimenta.

Anche qui, torna utile un esempio concreto. Supponiamo che la stufa contribuisca per il 50% al riscaldamento dell’abitazione: l’acquisto del biocombustibile legnoso ha un costo annuale di  264,00 euro. Questo valore va a sommarsi al costo del combustibile necessario per l’alimentazione della caldaia: 438,00 euro per il metano, 762,00 euro per il gasolio e 1.404 euro per il gpl (Fig.2).

Quindi nei tre diversi casi, l’integrazione al 50% di una stufa a pellet con l’impianto di riscaldamento esistente permette un risparmio del:
20% (con caldaia a metano)
33% (con caldaia a gasolio)
41% (con caldaia a gpl).

Costi Stufa Legna Da ArdereFig. 2 – Costi di riscaldamento annuo di una casa di 100 m² con una stufa a legna.

 

3. QUANTO RISPARMI CON LA CALDAIA A LEGNA?
Per chi sceglie una caldaia, le possibilità di riscaldare la propria casa risparmiando aumentano. Come dettagliato nella Tabella qui sotto (Fig.3), riscaldare un’ipotetica abitazione di 100 m² con una caldaia a legna per tutta la stagione termica costa 528,00 euro. Il che significa un risparmio del:
40% rispetto a una caldaia a metano
65% rispetto al gasolio
81% rispetto al gpl (2.808 euro)

 

Legna Da Ardere Costi Caldaia
Fig.3 – Costi di riscaldamento annuo per 100 m² con una caldaia a legna.

 

4. COME RISPARMIARE SULL’ACQUISTO DELLA STUFA O CALDAIA?
Riscaldare casa risparmiando: se la tua intenzione è questa, ricorda di farti un quadro competo. Il che significa prendere in considerazione, oltre al prezzo del combustibile (la legna da ardere), anche il costo dell’apparecchio (stufe e caldaie). In questo caso, i vantaggi economici sono garantiti da specifici incentivi che aiutano ad affrontare l’investimento per l’acquisto:
– il Conto Termico
– le Detrazioni Fiscali al 50%.