Riscaldarsi a legna e pellet: smontare le fake news e ridurre le emissioni [VIDEO]

ridurre le emissioni_ riscaldare a legna e pellet


Con la stagione termica iniziata, tornano alcuni quesiti cruciali. È possibile riscaldarsi rispettando qualità dell’aria e ambiente? Come ridurre le emissioni? Le voci discordanti confondono molti consumatori: il riscaldamento a legna e pellet inquina o fa bene all’ambiente? Ecco un video e un’infografica di AIEL per fare chiarezza con qualche consiglio pratico. 


I consumatori italiani sono confusi: riscaldare a legna e pellet fa male o fa bene all’ambiente? Da qualche anno a questa parte, ogni inverno, si leggono titoli sensazionalistici per cui legna e pellet stanno distruggendo il pianeta, inquinando persino più delle auto. D’altra parte sanno che legna e pellet sono fonti di energia rinnovabili.

Ecco allora un video e un’infografica che rispondo ad alcuni quesiti:
☛ come e cosa inquino quando mi riscaldo?
☛ come posso contenere il mio inquinamento?

AIEL – Associazione Italiana Energie Agroforestali fa chiarezza su quello che devi sapere per limitare la produzione di polveri sottili salvaguardando la qualità dell’aria, nonché come farlo contrastando i cambiamenti climatici e, non meno importante, risparmiando.

Scegli cosa guardare, clicca e scopri con un’energia pulita! Poi continua la lettura se vuoi approfondire.

[clicca per ingrandire]

è vero che riscaldare fa male

 

 

RICAPITOLANDO

Ebbene sì, se sai come riscaldarti correttamente è possibile ridurre le emissioni, godendo del calore di un fuoco pulito mentre fuori fa freddo. Per farlo, è sufficiente compiere tre scelte:
☛ usare una stufa, caldaia o inserto camino a basse emissioni;
☛ seguire alcune semplicissime buone pratiche;
☛ essere consapevoli.

 

I GENERATORI DI RISCALDAMENTO NON SONO TUTTI UGUALI

Riscaldarsi con generatori moderni significa ridurre le emissioni fino al 70% grazie alle tecnologie avanzate. Esiste uno strumento pensato apposta per aiutare il consumatore a riconoscere questi prodotti, è Aria Pulita: la certificazione di qualità del riscaldamento a legna e pellet.
Trovare l’etichetta con le stelle di Aria Pulita su una stufa, caldaia o inserto camino significa garanzia di una combustione a basse emissioni.
>>Consiglio utile: l’incentivo Conto Termico offre un supporto economico a chi sceglie sostituire un generatore obsoleto con uno moderno, dotato di elevata tecnologia a garanzia di efficienza energetica ed energia pulita da fonte rinnovabile.

 

LA CULTURA DELLA BUONA COMBUSTIONE (OVVERO: TI SCALDI NEL MODO GIUSTO?)

Ora sai come scegliere una stufa, inserto camino o caldaia di qualità. A questo punto, la domanda è: metteresti della benzina di scarsa qualità nella tua Ferrari? L’abbandoneresti a se stessa senza riparo né manutenzione? Appunto.
Alcune buone pratiche, semplici e veloci, ti aiutano a ridurre le emissioni e risparmiare. In particolare:
scegli bene il combustibile > come scegliere pellet e legna di qualità
usa bene il combustibile > come accendere il fuoco dall’alto
no fai da te > assicura una corretta installazione e manutenzione del generatore da parte di tecnici abilitati

 

CONSAPEVOLEZZA COME SOLUZIONE AL PROBLEMA EMISSIONI

Riscaldare a legna e pellet fa male o fa bene all’ambiente? Rispondere a questa domanda significa anche cominciare a rendere i cittadini consapevoli.
Questa consapevolezza è fondamentale nella strategia di soluzioni strutturali promossa da Legambiente di fronte al problema delle emissioni, non limitata ai soli interventi emergenziali (come i divieti di accensione stufe o utilizzo auto nei giorni di sforamento).
E rendere il consumatore consapevole significa proprio lavorare su questi due fronti:

☛ fornirgli strumenti concreti, come le certificazioni di qualità che guidano scelte e acquisti consapevoli
☛ chiarirgli i dubbi, diffondendo la cultura di un’energia pulita da un uso corretto di legna e pellet.