riscaldarsi a legna e pellet a basse emissioni

Riscaldati col fuoco a basse emissioni: le 5 regole in 4 video-pillole


Riscaldarsi a legna e pellet a basse emissioni: 4 brevi video spiegano le 5 azioni – semplici e concrete – per una combustione pulita che salvaguarda la qualità dell’aria.


Il riscaldamento domestico a biomasse fa male o bene all’ambiente? Come riscaldarsi a legna e pellet a basse emissioni? Nelle case italiane circolano spesso dubbi di questo tipo: è pertanto fondamentale dare risposte chiare e complete. AIEL – Associazione Italiana Energie Agroforestali lo fa mettendoci la faccia. O meglio: mettendo a disposizione del consumatore il proprio know-how.

Il calore del fuoco riduce le emissioni di CO2 (contrastando i cambiamenti climatici), nonché i costi in bolletta. D’altra parte è fondamentale farlo correttamente per ridurre le polveri sottili emesse nell’aria. Ecco allora le 5 regole per riscaldarsi a legna e pellet a basse emissioni,  nel rispetto dell’ambiente e della qualità dell’aria:

1. Utilizzare generatori moderni ed efficienti, rottamare i vecchi apparecchi
2. Bruciare solo legna o pellet di qualità certificata
3. Richiedere l’installazione solo a personale qualificato
4. Effettuare la manutenzione periodica, affidandola a tecnici abilitati
5. Seguire le buone e semplici pratiche d’uso quotidiano del generatore

 


➠ Clicca per info sulla Certificazione ariaPulita®
➠ Clicca per info sull’incentivo Conto Termico


➠ Clicca per info sulla Certificazione ENplus® 


 

➠ Clicca per info sulla Certificazione Biomassplus®