Articoli

ariapulita

Riscaldamento certificato: si accende la 5ª stella di ariaPulita™

La certificazione ariaPulita™, promossa da AIEL, ha introdotto una nuova classe di qualità che aiuta i consumatori a riconoscere le stufe, caldaie e camini più efficienti e tecnologici. Obiettivo: riscaldarsi a legna e pellet riducendo le emissioni fino all’80%.
Continua a leggere

Riscaldarsi a basse emissioni: stufe, caldaie e inserti camino “belli e buoni”

Certificazione Aria Pulita_riscaldarsi a bassse emissioni


Nella stagione termica 2017-18, sarà più facile riscaldarsi a legna e pellet riducendo le emissioni (fino a -70%). Sono infatti oltre 2.000 le stufe, cucine e inserti camino certificati Aria Pulita, e altri in arrivo. Funzionalità, estetica, sostenibilità: ecco alcuni modelli.


Continua a leggere

Conto Termico: come calcolare il tuo incentivo

calcolatore conto termico


Ecco come calcolare in 2 step l’ammontare del tuo incentivo Conto Termico 2.0. Vuoi sostituire un apparecchio di riscaldamento obsoleto con una stufa o caldaia a legna e pellet con più rendimento termico e meno emissioni? Scopri quanto ti spetta. 

Continua a leggere

Anche La Pina accende le stelle di Aria Pulita… e regala una video-dedica a chi vuoi tu!

Aria Pulita

 

La Pina accetta la sfida per un’aria pulita e lo fa a modo suo: mettendo in palio una video-dedica. Un tassello che si aggiunge all’impegno comune nell’ambito della certificazione di qualità Aria Pulita e dell’omonima iniziativa [GUARDA IL VIDEO]

Continua a leggere

AriaPulita: come riscaldarsi con meno emissioni e più rendimento

Aria Pulita, garanzia di calore che rispetta l'ambiente

 

Riscaldare con legna e pellet migliorando la qualità dell’aria: un obiettivo che oggi è possibile grazie all’innovazione tecnologica delle moderne stufe e caldaie a disposizione di chi acquista per la prima volta una stufa o sostituisce quella vecchia con una dalle prestazioni superiori. Per questo una corretta scelta degli apparecchi di riscaldamento è essenziale. E per questo la nuova certificazione di qualità Aria Pulita, Continua a leggere

Anche Luca Mercalli accende le stelle di Aria Pulita

Il miglioramento della qualità dell’aria dipende da tante piccole e grandi azioni, in un impegno comune e condiviso #perunariapulita. Ogni cittadino può, e deve, fare la propria parte per salvaguardare l’ambiente e la propria salute. Ma come? Quale tipo di riscaldamento scegliere? A chi rivolgersi?

La risposta arriva con AriaPulita: la nuova certificazione di qualità per apparecchi domestici a legna e pellet Continua a leggere

Migliorare la qualità dell’aria: con Aria Pulita si può

Stufe a pellet classificate in classi come gli autoveicoli per contribuire al miglioramento della qualità dell’aria che respiriamo? Sì, grazie ad ARIAPULITA la nuova certificazione di qualità di stufe, inserti e caldaie alimentate con legna o pellet. Continua a leggere

Applicazioni del riscaldamento a biomassa

CALDAIE A PELLET O A PEZZI DI LEGNA: RISCALDARSI CON IL LEGNO

Utilizzando legna da ardere e pellet è possibile riscaldare tutta la propria casa: sul mercato esistono caldaie tecnologicamente all’avanguardia che usano la cosiddetta «biomassa legnosa» per produrre calore. Le caldaie a pellet o a pezzi di legna rappresentano l’alternativa ai costosi gasolio e gpl e anche al metano, a prescindere dalla metratura da riscaldare.

Scegliere una caldaia alimentata a biomassa legnosa significa non solo garantire alla propria abitazione il giusto comfort nei mesi invernali, ma anche fare fronte alla necessità di produrre acqua calda sanitaria tutto l’anno. In sicurezza, nel rispetto della qualità dell’aria e utilizzando un biocombustibile rinnovabile.

Caldaie_02

E la gestione è molto semplice. Nel caso di una caldaia a pellet, questa si alimenta in modo automatico prelevando il biocombustibile da un deposito che, a seconda della capienza, può contenere anche tutto il pellet necessario per l’intera stagione termica.
Nel caso invece di una caldaia a pezzi di legna, nei mesi invernali questa richiede una carica al giorno, mentre nei mesi estivi, dovendo provvedere solo alla produzione di acqua calda sanitaria, è sufficiente una carica alla settimana. Per allungare i cicli di caricamento di una caldaia a legna e per fare fronte ai picchi di richiesta termica dell’impianto è sempre raccomandabile prevedere l’installazione di un accumulo inerziale (anche chiamato puffer), che altro non è che un contenitore coibentato per l’acqua calda prodotta dalla caldaia.

Per una progettazione e installazione alla regola dell’arte rivolgetevi a un professionista qualificato. Qui trovate quelli consigliati da AIEL

Fate particolare attenzione nella scelta della caldaia: accertatevi, presso il rivenditore o l’installatore, che sia certificata in classe 5 secondo la norma UNI EN 303-5:2012; in questo modo sarete certi che i fattori di emissione di gas inquinanti e polveri sono minimi e che il rendimento è superiore all’88%.

Sul mercato sono presenti diversi prodotti con caratteristiche ad hoc per ciascuna esigenza specifica. Per avere informazioni sul prodotto più adatto rivolgetevi alle aziende di AIEL.

Elementi di portfolio