Caldaie a pellet NZEB

Caldaie NZEB a pellet, riscaldarsi a emissioni quasi zero


Riscaldarsi con l’energia rinnovabile di legna e pellet con emissioni vicine allo zero oggi è possibile, grazie alle tecnologie “NZEB – Nearly Zero Emission Boilers”. Vi presentiamo alcuni dei modelli più interessanti, gioielli tecnologici in grado abbattere le emissioni del riscaldamento domestico.


Le emissioni di polveri sottili del riscaldamento domestico a biomassa legnosa rappresentano un problema per la qualità dell’aria e la salute. Allo stesso tempo, le biomasse sono la fonte di energia rinnovabile più utilizzata nel settore termico in Europa e hanno tutte le carte in regola per guidare la transizione energetica dalle fonti fossili a quelle rinnovabili, grazie alla loro economicità, programmabilità ed efficienza.

Riscaldamento a “emissioni quasi zero”

Negli ultimi anni i costruttori di stufe e caldaie a pellet hanno ideato una serie di tecnologie molto promettenti, che permettono di incrementare le prestazioni tecnico-ambientali delle caldaie e contribuire a migliorare la qualità dell’aria. Stiamo parlando delle tecnologie “NZEB – Nearly Zero Emission Boilers”, caldaie a pellet ad “emissioni quasi zero”, frutto di anni di ricerca da parte delle aziende costruttrici, che garantiscono:

  • tutto il calore rinnovabile di cui hai bisogno;
  • bassissimi livelli di emissioni nocive per l’ambiente;
  • notevoli risparmi economici sui costi di gestione.

Le caldaie a biomassa

Le caldaie a biomassa svolgono lo stesso lavoro delle caldaie tradizionali: il biocombustibile bruciando produce il calore che viene poi utilizzato per riscaldare l’acqua sanitaria e per il riscaldamento domestico. Esistono diverse tipologie di caldaie a biomassa, a seconda del tipo di biocombustibile usato (pellet, legna, cippato…) o del tipo di tecnologia adottata.

Riscaldarsi risparmiando soldi ed emissioni

Con l’aumento delle bollette energetiche e del prezzo del gas, che grava sempre di più sui portafogli delle famiglie, è essenziale conoscere tutte le opportunità per riscaldarsi in modo efficiente, economico e, soprattutto, utilizzando una fonte pulita e rinnovabile.

Oggi parliamo di alcune delle più interessanti tecnologie “Nearly Zero Emission Boilers”: dei veri gioielli tecnologici con cui scaldare le nostre case rispettando l’ambiente in modo più facile ed efficiente che mai!

1 – “eHack e ePE-k” | ETA

ETA ePE-KCamera di combustione completamente riprogettata per le caldaie ETA eHack ed ePE-k per raggiungere la combustione completa priva di incombusti carboniosi. Che il biocombustibile legnoso sia pellet o legna da ardere, le emissioni di polveri e di carbonio organico sono quasi azzerate; la caldaia, anche senza filtro, raggiunge prestazioni a 5 stelle (secondo il DM 186/2017).
Per una maggiore garanzia, considerando la variabilità quantitativa dei biocombustibili legnosi anche nella medesima classe qualitativa, la caldaia è dotata di filtro elettrostatico autopulente integrato che intercetta e abbatte anche le poche polveri inorganiche residue.

2 – PE1C Pellet 22 | Fröling

Froling PE1cPelletUna caldaia a condensazione che raggiunge un rendimento del 106%, recuperando il calore latente dai gas di scarico e risparmiando così fino al 10% sul biocombustibile pellet. La tecnica a condensazione della PE1C di Fröling ha anche un effetto positivo sulla riduzione delle emissioni di particolato. L’ottimale regolazione dell’aria primaria e secondaria all’interno della camera di combustione assicura livelli emissivi molto bassi.

 

3 – Stufa Groove | MCZ

MCZ GrooveLa stufa a pellet pirolitica “Groove” di MCZ è progettata per accedere alla classe 5 stelle, la più restrittiva in termini di basse emissioni, e per garantire al contempo un’estetica della fiamma e una silenziosità di funzionamento in grado di competere con stufe e inserti a legna.
Lavorando sui concetti della gassificazione del legno e su una combustione in tre fasi supportata da un braciere autopulente completamente in acciaio inox, sono stati migliorati il rendimento e le prestazioni emissive eguagliando i valori delle migliori stufe a pellet attualmente sul mercato.
Groove è gestibile via app sia in casa che fuori grazie al doppio wi-fi integrato.

4 – “ZeroFlame” | ÖkoFEN

OkoFEN ZeroFlameLa tecnologia Zero-Flame è una vera pietra miliare nel campo della produzione di calore rinnovabile dal pellet. Zero-Flame rivoluziona la modalità di combustione del pellet con una combustione “senza fiamma” a emissioni “quasi zero” di polveri sottili, senza il bisogno di installare sistemi di filtrazione aggiuntivi: solo calore e aria pulita.
Con questa tecnologia innovativa questa speciale caldaia a pellet emette circa il 50% di polveri in meno rispetto al gasolio rispetto al quale, per ogni 1.000 kWh di calore prodotto (circa 200 kg di pellet) garantisce un risparmio di CO2 di circa 296 kg.

5 – Ecotopzero di Solarfocus GmbH

Solarfocus EcotopzeroSolarfocus GmbH è sinonimo di miglioramento e innovazione. L’azienda austriaca lo ha confermato con lo sviluppo del suo modello Ecotopzero, una caldaia a pellet ad emissioni di polveri e carbonio “quasi zero”, con una tecnologia di combustione estremamente efficiente abbinata ad uno speciale sistema di filtrazione elettrostatico integrato al corpo caldaia che abbatte l’85%-90% delle emissioni.
Un ulteriore vantaggio è dato dal sistema di pulizia automatico dello scambiatore, che garantisce rendimenti elevati e costanti nel tempo.
Inoltre, grazie all’app mySOLAR-FOCUS tutte le funzioni e i parametri energetici dell’impianto di riscaldamento possono essere gestiti e monitorati dall’utente da remoto con il proprio cellulare.

6 – BioWIN 2 + AeroWIN | Windhager

Windhager BioWIN 2Non solo caldaie ultra performanti: uno dei nuovi segmenti di innovazione degli impianti a biomassa sono i sistemi ibridi: sistemi ad elevata efficienza che integrano più tipologie di generatori di calore, realizzati dai costruttori per funzionare in abbinamento tra loro.
Rientra in questa tipologia il sistema ibrido 100% rinnovabile messo a punto dall’azienda Windhager, costituito dalla nuova pompa di calore aria/acqua AeroWIN abbinata alla caldaia automatica a pellet BioWIN2.
L’utente può scegliere la modalità di funzionamento del sistema ibrido: la modalità “Eco”, con pompa di calore, ottimizza i costi del riscaldamento utilizzando il generatore più efficiente e conveniente, mentre nella modalità “Comfort” viene preimpostata la soglia oltre la quale viene attivata automaticamente la caldaia a pellet.