pellet nella stufa

Guida all’acquisto del pellet di qualità


Se a prima vista sembra tutto uguale, in realtà c’è pellet e pellet. Saper riconoscere il pellet di qualità significa assicurarsi un biocombustibile che è un vero e proprio concentrato di energia. Vediamo come. 


 

CHE COS’È IL PELLET

Il pellet è un biocombustibile legnoso rinnovabile completamente naturale, che si ottiene prevalentemente da segatura e altri scarti di lavorazione del legno, sottoposti a processi di essicazione, compattamento e pressatura fino a formare piccoli cilindri, del diametro di 6 millimetri. Quello che ne risulta è un vero concentrato di energia termica, in grado di offrire prestazioni migliori della normale legna da ardere.

PELLET: NON È TUTTO UGUALE

Anche se a prima vista può sembrare un materiale tutto uguale e indifferenziato, si tratta in realtà di un prodotto esposto al rischio di contraffazione ma anche di danneggiamento durante il trasporto e la cui efficienza dipende dalla qualità della materia prima utilizzata e dei processi di lavorazione cui è sottoposta. Ad esempio, è vietato qualsiasi trattamento chimico o impiego di collanti, per garantire un prodotto rispettoso della salute e dell’ambiente.

PELLET ENPLUS®, GARANZIA DI AFFIDABILITÀ, QUALITÀ E RISPARMIO

A volte, per i consumatori meno informati, può non essere semplice avere la certezza di acquistare pellet di qualità. Fortunatamente, grazie alla certificazione ENplus®, lo schema numero uno al mondo per la certificazione della qualità del pellet di legno, bastano pochi accorgimenti per essere sicuri di acquistare un prodotto di alta qualità, efficiente, conveniente e rinnovabile, che garantisce:

  • Affidabilità: il pellet certificato ENplus® garantisce che stufe e caldaie funzionino regolarmente e senza problemi, perché rispetta tutte le caratteristiche necessarie per una buona combustione.
  • Qualità costante: i requisiti dello schema ENplus® garantiscono che i criteri di qualità del pellet certificato siano gli stessi tra un carico e l’altro, restando costanti nel tempo.
  • Meno costi di manutenzione Utilizzare pellet di qualità certificato ENplus® è la soluzione migliore per ridurre i costi di manutenzione di stufe e caldaie.

COME RICONOSCERE IL PELLET ENPLUS®
E DIFENDERSI DALLE CONTRAFFAZIONI

Sia i sacchetti di pellet, sia il materiale informativo o pubblicitario e i contratti di fornitura, prevedono le stesse modalità di utilizzo del marchio ufficiale ENplus®.

Ecco alcune semplici indicazioni per identificare possibili casi di frode. Il marchio di certificazione ENplus® deve sempre essere composto da:

  1. Logo ENplus®, racchiuso a sinistra in una circonferenza, e classe di qualità, inscritta nella semi-circonferenza a destra. La presenza di un unico elemento con entrambe queste indicazioni indica una probabile contraffazione del marchio ENplus®.
  2. Classe di qualità: A1 oppure A2 per i sacchetti. Sono le sole classi di qualità ammesse. Sigle diverse, comunque siano espresse, indicano una probabile contraffazione del marchio ENplus® (esempi: A1+; EN+ A1 ; ENplus ★★★).
  3. Indicazione della norma tecnica di riferimento: ISO 17225-2. Nel caso siano presenti riferimenti a norme superate (come la ISO 14961) è probabile la contraffazione del marchio ENplus®.
  4. Codice identificativo che individua in modo univoco l’azienda produttrice certificata. Marchi di certificazione sprovvisti di codice indicano una probabile contraffazione del marchio ENplus®.
  5. Altri elementi grafici. Il tipo di carattere, le proporzioni tra gli elementi, le linee e i punti individuano in modo preciso il marchio di qualità: l’utilizzo di qualsiasi elemento diverso indica una probabile contraffazione del marchio ENplus®. Le versioni cromatiche ammesse sono: grigio/arancio, bianco/nero oppure marchio monocromatico su sfondo solido. Colorazioni differenti possono derivare da soluzioni di stampa inidonee ma possono anche essere indice di contraffazione.
  6. Nessuna ambiguità. Scritte che indicano una generica conformità alla normativa ENplus®, sprovviste del marchio di certificazione completo di tutti gli elementi precedenti, indicano una probabile contraffazione.

Elementi del marchio ENplus®

 

ANALISI DEL CODICE IDENTIFICATIVO E DELLE INFORMAZIONI AZIENDALI

L’analisi del codice identificativo e delle informazioni aziendali permette di essere certi della bontà della certificazione e di sapere se si sta acquistando direttamente dal produttore o da un distributore che rivende il prodotto di un’altra azienda certificata.

Il codice alfanumerico ID si compone della sigla Paese (2 lettere) e di un numero compreso tra 001 e 899. I numeri compresi tra 001 e 299 identificano le ditte di produzione del pellet; i codici da 300 a 899 identificano invece aziende di commercializzazione di materiale prodotto da altre aziende certificate (distributori).

Per ciascuna categoria esiste un database liberamente consultabile che permette di controllare l’effettiva certificazione di produttori e distributori:

LISTA NERA ENPLUS®

Un’altra arma a disposizione del consumatore si trova all’interno del sito web ENplus®. Si tratta di una lista nera dove sono elencate le aziende che notoriamente non rispettano i requisiti grafici ENplus®, con immagini a supporto di tale indicazione.

Non tutti gli utilizzi illeciti del marchio si configurano come contraffazioni del marchio e/o frodi commerciali. Tuttavia, la lista nera è uno strumento di verifica particolarmente utile in caso di dubbi sulla conformità del prodotto che si ha sottomano, perché include oltre 130 casi noti di utilizzo illecito del marchio. Consultala qui.

 

Se vuoi continuare a ricevere consigli, suggerimenti e informazioni pratiche per riscaldarti al meglio con la tua stufa a legna o a pellet, iscriviti alla newsletter di Energia dal Legno!